“Diabolico incontro” di Debora Ferraiuolo

CCBOOK Diabolico incontro debora ferraiuolo COVER

TITOLO: Diabolico incontro

AUTRICE: Debora Ferraiuolo

CASA EDITRICE: Self Publishing

GENERE: Sport romance

Acquista qui il romanzo

.

Come ho scoperto il romanzo

Metà febbraio 2023: finalmente riesco a comprare i biglietti per il FRI (FESTIVAL DEL ROMANCE ITALIANO) e inizio così il piano per comprare nuovi libri… come se ne avessi pochi in casa da leggere. Girando per Instagram noto il post di un’autrice, Debora Ferraiuolo, che in realtà già seguivo da parecchio ma visto che seguo tantissimi autori a volte mi dimentico chi ha pubblicato cosa o se ho già letto qualcosa di loro.

Comunque il post in questione cattura la mia attenzione (anche se è riferito a un libro in stesura), inizio a spulciare il suo profilo e così trovo Diabolico incontro. Naturalmente non ci ho pensato due volte a ordinarlo e ora non solo ho il libro tra la mia collezione ma è anche autografato. Una bimba molto felice! Chiusa la parentesi di come ho trovato il libro, passiamo alla recensione.

CCBOOK Diabolico incontro debora ferraiuolo autografo

L’intrigante Trama

Diabolico incontro è uno sport romance incentrato sulla storia d’amore di Jennifer Gray e Nathan Collins. I due erano compagni di scuola al liceo ma nelle scuole americane, si sa, ci sono tante persone e normalmente ci si ritrova relegati in determinati ruoli dall’inizio alla fine del percorso scolastico. Infatti all’epoca, Jennifer era la tipica ragazza invisibile, quella che aveva il posto prenotato al tavolo dei perdenti mentre Nate era il re della scuola nonché il quarterback della squadra di football.

L’incontro tra Jennifer e Nate al liceo

Due ragazzi che si ritrovavano agli opposti della famosa piramide delle gerarchie: il popolare e la sfigata. E naturalmente come in quelle commedie ambientate tra i corridoi scolastici, la sfigata Jennifer si innamora perdutamente del popolare Nate… l’unica differenza è che non finisce bene per il cuore della nostra protagonista.

La dedica della scrittrice

La Ferraiuolo, infatti, dedica il libro proprio:

A chi, almeno una volta, gli è stato spezzato il cuore. A chi si è ripromesso di non farsi più del male per amore. A chi ha perso il controllo, mandando al diavolo tutti i piani.

Il Destino

Però le cose possono sempre cambiare, soprattutto se c’è di mezzo un fato favorevole. E infatti i due si rincontrano ben 9 anni dopo e a causa (potremmo dire anche grazie) di un diabolico incontro: Jennifer ora è una date planner e Nate è ancora il re del campo, il capitano dei New England Patriots.

Jennifer e le sue insicurezze

Jennifer è una donna forte ma al contempo molto dolce e divertente, sa quello che vuole almeno finché non si parla di Nate perché con lui ritornano a galla non solo i sentimenti sopiti che tenta di soffocare con inutili scuse ma anche le sue insicurezze.

Ho desiderato per anni di parlargli, stargli vicina e in questo momento mi sembra incredibile che stia succedendo davvero. Quello che si è instaurato tra noi non è certo il tipo di rapporto che sognavo al liceo, non sono più la ragazzina di allora.

La Personalità di Nate

Nate, invece, è sempre quell’uomo affascinante a tratti arrogante e testardo che Jennifer ricorda. Solo che dietro la faccia del “arrogante pallone gonfiato che ama stare al centro dell’attenzione. E pure stronzo.” c’è molto di più. Inizialmente per Nate, Jennifer non è altro che “la straniera”, una donna da usare per alzare la sua popolarità durante il periodo del Super Bowl però ben presto le cose cambiano anche se lui tenta in tutti i modi di controllare i suoi sentimenti, di non uscire fuori dai piani.

Non sono io a pensare a lei. È lei che si ficca nella mia testa senza che possa impedirlo. […] La conosco appena e le sto dando più attenzioni di quante dovrei. Sta diventando una distrazione e non deve. Lei è solo un gioco.

Schemi. Controllo. Piani.

Questa è la mia vita e tale deve restare.

Le sfide e gli ostacoli

Peccato che quando due anime sono destinate c’è ben poco da fare… c’è ben poco da controllare. Entrambi, però, non vogliono farsi male.

Jennifer ha già avuto il cuore spezzato e non vuole riprovare quel dolore e Nathan, invece, ha sempre preferito il sesso all’amore, un orgasmo piuttosto che un batticuore e provare questi sentimenti così nuovi è strano e spaventoso.

Voglio baciarla e cancellare ogni cosa, scacciare via la paura e convincerla a restare. Per me. Per noi. Perché c’è un noi, c’è da quando è entrata nella mia vita e il piano mio e di Andy mi si è rivoltato contro. Non spezzarle il cuore è stato ciò che mi ero imposto di fare. Eppure l’unico che rischia di farsi male sono io.

Se poi ci mettiamo anche qualche ostacolo in carne ed ossa qua e là il tutto diventa più complicato.

Da un lato abbiamo l’ex di Nate, Grace, la cheerleader che ha fatto passare l’inferno alla nostra protagonista.

La sua ex è qui, e nulla sembra essere cambiato rispetto a nove anni fa. Sono innamorata di Nathan e soprattutto sono l’unica che rischia di rimetterci il cuore, ancora una volta.

Dall’altro Logan, il capitano dei Philadelphia Eagles, che ci proverà con Jennifer solo per fare un dispetto a Nate.

Perché combatterò per te, Jennifer Gray. Farò di tutto affinché tu scelga me […].

Stile di scrittura

La Ferraiuolo scrive con uno stile fluido, coinvolgente e il libro è pieno di dialoghi brillanti e scene bollenti. La trama è ricca di colpi di scena, ma soprattutto di momenti di tensione. Il tutto incorniciato dal mondo del football americano che rende il contesto più originale.

I protagonisti sono ben delineati e la loro chimica esplosiva è palpabile: Nathan Collins è l’eros in persona e io un calderotto di dinamite proto ad esplodere tra le sue dita.

Conclusioni e valutazione finale

Diabolico incontro è un piccolo gioiello. È un libro che fa sognare e che consiglio a chi ama le storie d’amore appassionanti inserite in una cornice sportiva. Se non si fosse capito l’ho ADORATO! L’ho già promesso alla mia migliore amica e normalmente, quando decido di prestare un libro (cosa che non accade molto spesso, per non dire quasi mai), significa che lo considero di una qualità veramente alta.

Il mio voto finale è:

Chiara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *