“Office war” di Anna Nicoletto

TITOLO: Office War

AUTRICE: Anna Nicoletto

GENERE: Romance – Hate to Love

CASA EDITRICE: Self Publishing

Acquista qui il romanzo

Il lunedì è affrontato in modo diverso da ognuno di noi. Per alcuni è una gioia e per altri non dovrebbe mai esistere.

Camilla Ferrari, la protagonista, fa parte del primo gruppo:

Ebbene oggi io, Camilla Ferrari, sono l’incaricata designata a demolire il cliché secondo il quale i lunedì sono l’undicesima piaga inflitta per punire l’umanità.

Il lunedì è un bel giorno perché ama il suo lavoro alla Videoflix, un’azienda milanese che crea piattaforme di video on demand, una sorta di Netflix privato per multinazionali e piccoli imprese che vogliono trasmettere i propri contenuti.

Se poi aggiungiamo che proprio un lunedì torna a lavoro la sua migliore amica, tutto è ancora più perfetto.

Naturalmente Camilla non ha fatto i conti col destino che, beffardo, le ha riservato un’amara sorpresa: non sarà più affiancata dall’amica Bea, ma da un manzo di prima qualità che viene direttamente da Londra.

Alcuni eventi sono delle pietre che piovono dal cielo, ti capitano in mezzo alla vita senza che tu possa farci nulla. Puoi decidere di arrampicarti sopra o di girarci attorno, ma restano a fare da spartiacque tra un prima e un dopo.

Edoardo Zorzi è il nostro secondo protagonista. Uomo freddo, cinico e preparato in materia, con una sola cosa in mente: fare piazza pulita di tutti quelli che si metteranno sulla sua strada.

E il suo primo ostacolo è proprio Camilla.

La donna che può sembrare troppo buona, troppo amabile e simpatica non è affatto una sprovveduta, ma il capo dei sogni. Capace di farsi amare e rispettare dai colleghi, e non solo di incutere paura come una certa persona di cui sopra.

Se al primo incontro i due sono stati pacifici, dal secondo in poi tutto cambia.

Edoardo attacca e Camilla, se inizialmente cerca di essere conciliante, risponde alle sue frecciate (come è giusto che sia!).

gif

Però, passare più di quaranta ore alla settimana insieme, per di più in un mini ufficio per due, farà iniziare una guerra senza esclusioni di colpi… e poi, tra pranzi con clienti, trasferte fuori città e “cene in famiglia” accade pure qualcos’altro.

Naturalmente c’è tutto un contorno di personaggi secondari che hanno un proprio peso nella storia e che sono delineati abbastanza bene.

Questa è la prima volta che leggo qualcosa della Nicoletto ed è stata una bella scoperta.

Il tema del hate to love è ormai visto e rivisto, ma quando trovi un’autrice con una scrittura pulita e lineare e, soprattutto, capace di catturare l’attenzione e farti entrare fin da subito nella storia, tutto è più facile.

Ho trovato lo scontro tra Edoardo e Camilla frizzante e coinvolgente, tanto che ho finito il libro in poco più di sette ore!

Credo che prossimamente leggerò altro di suo, ma per il momento vi lascio la mia valutazione:

Chiara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *